Vita da ufficio

1.
Ieri ci hanno presentato il nostro nuovo responsabile del personale.
Tutto bene se non fosse per due particolari.
Innanzitutto non abbiamo mai avuto un responsabile del personale finora, o almeno io non me ne sono accorta.
E può essere perché mi sfuggono molte cose in ufficio.
A dirla tutta da noi non esiste nemmeno il “personale”. Giusto quei tre-quattro privilegiati che hanno il contratto. Il resto, me compresa of course, sono tutti collaboratori a progetto, persone che non dovrebbero nemmeno essere in ufficio e che comunque non dovrebbero avere “vincoli di orario né di subordinazione”.
Il secondo particolare è che questo ipotetico responsabile dell’ipotetico personale ha un aspetto tra il dimesso e l’inquietante. Ci ho pensato su per un giorno e finalmente qualcuno me lo ha fatto notare: assomiglia ad Alberto Stasi. Tale e quale. Giuro. Secondo me è lui in incognito. Ne vedremo delle belle.
2.
Oggi i lavoratori della Fiat votano la proposta (c’è chi lo chiama giustamente diktat) Marchionne.
Io spero che non cedino al ricatto. Lo spero per loro, ma anche per me, per tutti noi che quei diritti ce li sogniamo. Se loro che li hanno faticosamente conquistati oggi li svendono, a noi cosa resterà? Nemmeno un sogno.
Se la proposta passerà non ci saranno più limiti, le dignità verranno ulteriormente calpestate e potremo solo tacere perché se lo ha fatto la Fiat, se l’hanno accettato i Sindacati…
Mi aspetto dunque che una mattina qualunque, un qualunque titolare di azienda, anche piccola, si potrà svegliare con un’idea meravigliosa e abolire, chessò, la pausa pranzo: “Trangugiate un panino senza staccare gli occhi dal pc e state a posto. E se non vi sta bene chiudo e riapro in Azerbaijan”. E noi non abbiamo nemmeno i sindacati a tutelarci.
Bella vita ci aspetta.
Anche per questo, vi invito a firmare l’appello di Micromega, leggete e cliccate QUI.
3.
Piccolo Dizionario (da sapere e non necessariamente capire)
FARE UNA SESSIONE DI DEBUG
DROPPARE UNA TABELLA
 

5 responses to this post.

  1. Posted by Silvia on 13 gennaio 2011 at 20:05

    Si, direi che è una via di mezzo tra Alberto Stasi e Raffaele Sollecito… Sarà forse quella sua aria un po’ spaesata, quando viene condotto negli uffici e con i suoi occhi circospetti ti scruta alle spalle… Boh, probabilmente è solo un ragazzo estremamente timido che non sa nemmeno in quali reti si aggira!😉
    Un po’ di umorismo (o sarcasmo) serale non fa male, al termine di questa bella giornata.

    Silvia

    Rispondi

  2. Sicuramente non è colpa sua… diamogli tempo. Che giornate dense di eventi.

    Rispondi

  3. un Killer?

    Rispondi

  4. Posted by tiziana on 16 gennaio 2011 at 20:09

    mariella ma… “cedino”??? ;))

    Rispondi

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: