Non di solo facebook…

Ha tutte le apparenze di un blog, lo ammetto, ma in verità è una lima nascosta in un’arancia e che permette l’evasione.
Dalla prigione della quotidianità, dal non-pensiero dominante, dal mondo “usa e getta” e “copia e incolla”.
Non significa desiderare un’altra vita ma voler vivere meglio la mia e condividerla con gli altri.
Dire chi sono, cosa penso. Agli amici ma anche a sconosciuti che qui possano ritrovarsi.
Mi sono resa conto che rinunciare al mio blog ha significato rinunciare a una piccola parte di me e invece è così importante avere uno spazio di riflessione personale e di condivisione con gli altri. Condivisione di pensieri non di slogan.
E da quando ho manifestato questa idea di “riaprire” il blog molte amiche e amici hanno approvato questa scelta e soprattutto hanno espresso un intento simile.
Segno che c’è ancora voglia di combattere e che facebook non basta più, non può bastare.
Riprendiamo a ragionare senza slogan, a postare contenuti originali e selezionati da noi in base ai nostri interessi. Non solo a “condividere” gli altrui pensieri.

Riprendiamoci i nostri blog!
ecco pronto uno slogan efficace.🙂
Oppure:

Un mondo senza facebook è possibile!
 

E così eccoci qui.
A dire la verità non ho ancora le idee perfettamente chiare su cosa voglio che diventi questo blog.
Sicuramente quello che avevo prima non mi assomigliava più.
Vorrei che attraverso questo blog ci si potesse fare un’idea di me magari diversa da quella che appare. Io stessa non sempre so quel che faccio o quel che valgo e magari mi farò un’idea diversa di me. Perché, nonostante i miei 41 anni suonati (da chi?), io sono ancora in costruzione. Under construction, come si dice.
Vorrei che diventasse un raccoglitore dei miei interessi e un recettore di opinioni altrui. Ma le idee verranno strada facendo. O meglio le idee ci sono ma non ho ancora capito come realizzarle su questa nuova piattaforma.
Anzi se avete suggerimenti sono ben accetti. Intanto fatevi un giro tra i link che vi consiglio (ne mancano ancora molti) e cominciate a commentare.
Ah, vi raccomando di postare solo commenti pertinenti al post in questione. Ci tengo molto.
I commenti personali, gli inviti a cena e gli appuntamenti lasciamoli su feisbuuk.
Uh, lo so, sembro una maestrina… ma fatemi fare la parte🙂
Buon blog a tutti!

12 responses to this post.

  1. cara Mella,
    (non male come inizio eh, alla tua veneranda età dovresti ben conoscere la stupida barzellittina del telegramma, baci nella, manda rino mando lino etc etc hi hi hi)
    mi pare che questo astio verso feisbuc sia una moda un po’ radical shik
    FB è un contenitore. l’uso che se ne fa dipende da te. ma FB non è il contenuto. e nemmeno gli da forma…
    ma su questo fa come vuoi, ma non costringere noi poveri 25 lettori a vagare tra mille siti, blog e perchè no pure FB che il tempo è pochino…

    morale: perchè non usi gli strumenti do FB per il tuo blog?
    le note, per esempio. li puoi scrivere le stesse cose, decidere chi le puo’ leggere e chi no, fa lasciare commenti, cancellarle se non ti piacciono. cosa ha in più questo posto? oltre ad obbligarmi a vagare tra mille siti? la banca, il meteo, le news, twitter, facebook, il tuo blog, di nuovo la banca, area riservata del mio sito dove sono archiviati i conti e gli stipendi di tutti, groovshark per la musica (fico, conosci?) google, wikipedia, repubblica, sole 24 ore, insomma, vi supplico….
    fa che i tuoi affezionati 25 lettori restino tali.
    fai un esperimento. conta tra 2 mesi quanti saremo a seguirti qui e quanto saremo a segurti su fb
    poi decidi tu cosa fare.

    ma il diario segreto quello con la chiave, ci hai mai pensato?
    questo posto rischia di somigliargli…🙂

    ps e che fatica riuscire a rileggere questa mia nota per le correzioni! si leggono 4 righe in tutto, large 4 caratteri a riga, uffa!!!!!

    Rispondi

    • caro lv, aspettavo proprio questo tuo commento🙂 ti conosco ormai. e conosco la tua “praticità”.
      io non sono per l’eliminazione di feisbuuk, ci mancherebbe! anche io lo uso e lo trovo uno strumento utilissimo sotto tanti aspetti.
      Sarei per un suo ridimensionamento, ma è un fatto personale. Io lo vorrei usare meno. O non usare solo quello per comunicare con il mondo.
      Il mio blog non ha l’obiettivo di catturare più gente possibile, quello lo fa già benissimo fb.
      Il difetto di fb è che non favorisce l’approfondimento. Vero è che è uno strumento e dipende da come lo usiamo noi. Però è vero che la maggior parte di noi lo usa male. Ma non è nemmeno questo che mi interessa. A me interessa riprendermi un mio spazio, dire quello che ho da dire (che ho scoperto di avere ancora da dire). Per cui non valuterò il “successo” del blog da quanti lettori avrò ma dal tempo che riuscirò effettivamente a dedicarvi. Questa è la sfida per me.
      Poi sia benvenuta la diversità di opinioni.
      C’è chi preferisce fare il caffè con la macchina per espresso perchè trova sia più comodo e più buono.
      E chi preferisce farlo con la moka perché trova in quella gestualità un rito irrinunciabile e trova il caffè più buono.
      A ciascuno il suo caffè.
      Ad maiora!🙂

      p.s. i miei lettori sono già diventati 24?

      Rispondi

  2. caffè rigorosamente espresso. pure in camper!! mi hanno regalato una meravigliosa macchinetta che va in pressione con una pompa da bicicletta, si mette acqua bollente e si apre una valvola e via con il caffè espresso. che deve essere bevuto in una tazza bollente, con calma, e poco zucchero, di canna.

    detto questo ti invitavo a copiare nelle note di fb queste tue riflessioni, per MIA comodità. mica tua. se no fatti un bel diario segreto… :-)))

    Rispondi

  3. e lo sapevo io!

    Rispondi

  4. Posted by Lella on 15 gennaio 2011 at 16:26

    Non entro nella questione Fb si o no.
    Solo voglio ringraziarti di aver riattivato il blog. Mi spiace che i contatti fra di noi si siano allentati, questa è una maniera per riavvivarli, nel modo in questo momento possibile.
    Un abbraccio, Lella

    Rispondi

  5. Posted by S. on 15 gennaio 2011 at 18:22

    Ottima idea, questo blog, cara Mariella, anche e soprattutto per “la sfida” che lo ispira: più il tempo che riuscirai a dedicarvi che il numero dei lettori.

    Degno davvero della massima considerazione, al limite dell’emulazione; almeno per me, dato che sono ormai in una fase di sostanziale atrofia delle sinapsi, se si esclude il triste uso che ne faccio per le trite e, spesso, tristi ragioni di lavoro.

    E questa dinamica è di sicuro ancor più mentalmente degenerativa dell’uso più scellerato di facebook e di tutto il cyber – pattume del mondo.

    Ad maiora a te ed alla tua creatura, allora!

    Rispondi

  6. il mio pensiero su questo:
    Ho deciso di riprendere il Blog l’ho fatto perchè mi sono dato delle ragioni.
    1. Non riesco più ha pensare e scrivere. già caratterialmente sono impulsivo non penso agisco subito e non rivedo quello che faccio (in questo momento so che non rileggerò qst post).
    2.FB mi ha scocciatto perchè si riduce in mIpIACE&cONDIVIDI.

    Però naturalmente c’è l’altra faccia. Io scrivo e ho sempre vissuto (http://web.tiscali.it/antoniodetullio/) nel web per diffondere e far conoscere idee diverse altre ultime e qst mi fa confliggere.
    Il blog non lo legge nessuno o in pochi solo gli interessati, FB fai girare e molto le notizie. L’eterno dilemma pubblico e privato. Io mi sento un privato molto pubblico. Perciò ho deciso scrivo sul Blog e vivo su FB.
    Credo sia la soluzione giusta: bisogna prendere il meglio di tutto e non farsi sopraffare dalle cose. E poi solo il Blog mi sembra una cosa da sfigati come io lo sono.

    Rispondi

    • tu non sei sfigato ma ti disegni così. a volte è questione di atteggiamento.
      per il resto condivido il tuo pensiero. hanno finalità e utenze diverse, infatti non abbandono FB.
      però non sono più tanto sicura che avere molti “lettori” significa far a passare il messaggio a molti.
      FB ci sta facendo diventare più superficiali e imprudenti. però è un bel modo per tenersi in contatto.

      Rispondi

  7. Posted by flavio on 18 gennaio 2011 at 15:40

    Mariella,
    è bello il tuo blog, tante cose interessanti, davvero. Poi ho trovato il collegamento con il blog di Dada e mi ha fatto tanto piacere. Io però devo farti una confessione: “navigare” sul web (che sia FB, blog e addirittura YT) mi mette tanta tristezza. Dopo un’ora o due di computer, troppo spesso mi alzo triste e insoddisfatto. Preferisco uscire, andare a fare una bella passeggiata. Mi rendo conto che questa non è una cosa buona perchè il web ti apre la mente e gli orizzonti a informazioni, pareri, notizie, altrove irreperibili . Bohh, forse in questo periodo sono un po’ giù…ma tant’è!!
    ciao amica mia

    Rispondi

    • è molto più sano il tuo atteggiamento! questo è indiscutibile. così come è meglio prendersi un caffé al bar e raccontarsi le novità guardandosi negli occhi che leggerle su un blog.
      non ho una gran vita sociale, questo è altrettanto indiscutibile. e il blog supplisce in parte, perlomeno mi permette di esprimermi.
      e tu… ancora il mald’africa?

      Rispondi

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: