Diamo una mano ad Arnaud

Credo sia la prima volta che scrivo un post con richiesta di solidarietà concreta.
Ho già accennato tempo fa che siamo in contatto con Arnaud il fratello di Julie che vive in Costa d’Avorio. Erano entrambi piccoli quando persero il padre e la madre durante la guerra civile e furono affidati a due famiglie diverse. A Julie non andò bene perchè in pratica fu tenuta quasi come schiava dai suoi tutori  e non le fu permesso di continuare la scuola. Poi è venuta in Italia e il resto è storia. Non so come sia riuscita a mantenere i contatti con suo fratello ma è una ragazza caparbia per cui non mi stupisco troppo.
Arnaud è stato adottato da un’altra famiglia e ha potuto continuare a studiare. Fino ad oggi. Perché ora il suo tutore non può più pagargli le rette scolastiche e lui sarà costretto ad abbandonare gli studi. In Costa D’Avorio funziona che la scuola è pubblica e gratuita ma se perdi un anno è la famiglia che deve pagare per te (Se funzionasse così da noi…). E questo anche se, come nel caso di Arnaud e di tanti della sua generazione, hai perso gli anni a causa della guerra, e hai perso anche la tua famiglia a causa della guerra.
Noi abbiamo sentito Arnaud al telefono e periodicamente ci manda dei fax. Ci sembra un ragazzo serio, educato, giustamente preoccupato per il suo futuro e pieno di dginità. Abbiamo potuto mandargli una piccola somma che gli serviva per pagare gli esami ma ora gli occorrono altri soldi per saldare l’anno, altrimenti lo perde.
I soldi gli servono entro fine giugno e noi al momento non possiamo fare di più per lui. Così ho pensato di fare una raccolta soldi in piccolo, coinvolgendo alcuni amici, alcune famiglie. Già due persone si sono rese disponibili e li ringrazio per questo. Non serve una grossa cifra, con 350 euro Arnaud sarebbe a posto per quest’anno. Se fossimo in 10 basterebbero 30 euro a famiglia e aiuteremmo un ragazzo che vuole studiare e rimanere nel suo paese a farlo.
Se fossimo di più basterebbe anche meno, ciascuno può comunque mettere quello che vuole e soprattutto quello che può.
I primi soldi glieli abbiamo mandati con la Wester Union ed è andato tutto bene e così ho intenzione di fare anche per il prossimo invio.
Diciamo che il 29 giugno invierei il denaro raccolto (termine massimo) e vi invito a far girare questo post anche ad altri che riteniate possano essere interessati (potete anche copiare il testo e inviarlo per e-mail).
Per quanto riguarda le modalità di raccolta dei fondi, si può fare in diversi modi, a seconda anche del luogo in cui vi trovate. Potete portarceli a casa, inviarceli per posta, fare un bonifico (se è senza spese per voi), fare un vaglia postale. Quel che preferite, noi li raccogliamo e poi li inviamo fornendovi il resoconto e la ricevuta. Volendo potete anche fare direttamente il pagamento tramite Wester Un
ion. In genere conviene fare un versamento unico perchè ci sono le spese di commissione, ma ciascuno è libero. L’importante è che me lo comunichiate così vi do i dati che vi servono a seconda di come scegliete di fare.
Potete anche condividere l’idea e fare, chessò, una colletta in ufficio, organizzare una vendita di beneficienza e via dicendo…
A me e all’husband questa cosa sta molto a cuore e il nostro rammarico è di non potercene fare carico da soli.
Grazie comunque.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: