senza traccia

Quella di ieri è stata la prima notte in cui posso dire di aver dormito, da martedì, da quando l’ho saputo.
Forse è un primo segno di accettazione, di necessità di tornare alla normalità.
Credo di aver capito. Credo che lui abbia voluto così.
Deve aver dato precise disposizioni su tutto. Aveva un ordine
maniacale, non può aver lasciato al caso questo momento.
E ha voluto
che di sé non rimanesse traccia su questa terra. E questo è
incomprensibile per tutti noi che ci affanniamo tanto per lasciare un
segno.
Può essere un spunto di riflessione.
Certo è difficile accettare l’estremità, l’ineluttabilità, l’irrimediabilità di questo gesto, dargli un senso.
Difficile accettare di non avere un corpo, un posto, un momento per poter piangere insieme.
Ma è così.

Eppure Foscolo piaceva anche a te.
Non ti arrendevi mai e non era un pregio. Anzi.
Perché ti sei arreso ora, non potrò mai saperlo.
Ne avevo già tante di domande senza che ci aggiungessi questa.
Ma non mi hai mai  reso la vita facile e non mi hai mai dato retta.
Non me l’avresti data nemmeno ora, se per qualche assurdo varco spazio-temporale io fossi stata lì vicino a te a dirti Ma che cazzo fai..
Mi dispiace michi.



4 responses to this post.

  1. Posted by SyLv on 16 maggio 2009 at 15:46

    Buonanotte anche per questa notte allora.Serena

    Rispondi

  2. Posted by cinzia on 18 maggio 2009 at 02:39

    Coraggio.Non parlo ancora, non ci riesco.Coraggio sorella. Coraggio sorelle.

    Rispondi

  3. Posted by luigi vittorio on 18 maggio 2009 at 08:52

    forse non si è arreso, ma ha voluto essere protagonista fino all\’ultimo di se stesso. ha voluto decidere lui per se e non altri. anche dell\’ultimo minuto…o forse tutto il contrario. non lo sapremo mai.credo che la difficoltà di fondo per noi sia accettare la Morte, comunque essa arrivi…ci sbigottisce e ci rimette davanti agli occhi tutta la nostra impotenza…

    Rispondi

  4. Posted by Unknown on 18 maggio 2009 at 14:05

    sì hai ragione lv. fino alla fine ha cercato di imporsi agli altri. ma non basta.credo che la morte alla fine si accetti. un suicidio no. un suicidio è una domanda. che non potrà più avere risposte. rimane come una cicatrice in tutte le persone con cui ha avuto contatto.

    Rispondi

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: