i poveri non ci lasceranno dormire

è il titolo di un libro di qualche anno fa, di padre Zanotelli. mi ha sempre colpito e oggi lo capisco un po’ di più.
Oggi che ho passato una piacevole giornata a Pescoluse. Siamo andati a trovare la mia migliore amica Penelope, che oggi compie 40 anni, suo marito Tuttodunpezzo e i suoi due vivacissimi maghetti. Voglio un mondo di bene a tutti e quattro e li vedo volentieri. Solo non capisco come si possa fare di tutto per essere infelici pur avendo tutto per poter essere felici. Misteri.
E oggi finalmente abbiamo chiamato Arnaud, il fratello di Julie. Un ragazzo di nemmeno 20 anni che ci ha chiesto aiuto. Per continuare a studiare, per avere un futuro.
Ci ha parlato l’husband con tutte le difficoltà di un francese africano con un telefonino a migliaia km di distanza. Non ha potuto approfondire molto anche perchè si è esaurito la ricarica del telefonino, ma quando gli ho chiesto "come ti è sembrato", "abbastanza disperato" mi ha risposto con la sua tipica laconicità. Ecco, questa disperazione, la consapevolezza di non poter, al momento, fare nulla per lui, stanotte non mi farà dormire.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: