tentazioni

Questa settimana è cominciata in maniera intensa con alla visita, domenica, alle terre di Libera di S. Pietro Vernotico. Don Raffaele Bruno mi ha davvero aperto la mente sui meccanismi mafiosi ramificati a tutti i livelli e sugli atteggiamenti mafiogeni che rappresentano il nemico più pericoloso perché per tutti la tentazione di scegliere la via più facile è sempre in agguato.

Da queste esperienze vengo fuori sempre scissa. Contenta da una parte, perchè ho fame di mondo, ma anche con una frustrazione più o meno lieve perchè mi sento piccola e impotente.
 
Il resto della settimana è intenso e pure un po’ sfigato. Lunedì mi sono svegliata con un labbrone tipo Francesca Dellera e non so perché. E poi multe arretrate, ruote forate… insomma.
Qualche amarezza al lavoro perché quelli che per me sono elementi imprenscindibili e quasi scontati dell’essere persona (libertà di pensiero, responsabilità delle proprie scelte, rispetto) vengono quotidianamente elusi. Non se ne ha proprio la percezione, non so come spiegare. Abbastanza frustrante ma per fortuna non mi porto niente a casa, o quasi. La tentazione di mandare tutto al diavolo c’è… ma non si può, non è proprio il momento.
Sarebbe bello partire, mollare tutto e trasferirsi in Francia come i protagonisti di Revolutionary Road (anche se finisce male). Forse basterebbe molto meno, perchè la felicità non dipende dal dove vivi ma dal come
Ma a dispetto di tutto qualche nota positiva c’è. Basta saperle e volerle (fortemente) trovare.
Intanto la primavera è arrivata. Il fatto è che la primavera non è una stagione metereologica ma una stagione dell’anima. E Io ho deciso che da lunedì è primavera.
Complice l’ora legale, le giornate si sono allungate, il tempo a disposizione per me aumenta e l’umore migliora. Aumentano le tentazioni insomma. Ho deciso di uscire dal letargo, anche se è faticoso. L’inverno è stato davvero lungo e duro sotto molti aspetti, ma ne stiamo uscendo. E anche io voglio uscire. Stare all’aperto, vedere gente, stravolgere le comode abitudini. E qualcuno miha presoin parola perchè questa settimana ho avuto impegni ogni sera.
Lunedì sera siamo stati a cena a casa di Silvana, ieri sera Qi Gong e dopo ci siamo visti un bel film a casa inaugurando finalmente lo schermo nuovo del pc (regalo di natale). Stasera vado allo stadio san Nicola a vedere la Nazionale.  Non è da me, vero? Infatti. Ma mi andava di fare festa, di far qualcosa di diverso. La primavera è anche questo.
Alla prossima.
 
 
Annunci

2 responses to this post.

  1. Posted by SyLv on 3 aprile 2009 at 07:45

    sorella a me la primavera è iniziata INVOLONTARIAMENTE SABATO:infatti sabato c\’è stata una festa a casa, improvvisata, o meglio dirottata a casa mia dagli invitati stessi di una festa che non c\’è stata più e in cui io non c\’entravo nientedomenica concertolunedì cena a casamartedì riposomercoledì cena da amicigiovedì altra cena a casastasera incontro con vecchi colleghi del 1998inzò c\’è un motivo in più per svegliarsi la mattina!

    Rispondi

  2. Posted by Unknown on 7 aprile 2009 at 14:21

    Sì riconosco lo spirito primaverile. però io mi sento già stanca… uff.

    Rispondi

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: