LUNA

Se c’è qualcosa, un momento, un’emozione che mi mancherà della mia permanenza a Pantanagianni questa è l’arrivo di Luna.
La vedete nella foto. Carina, no?

L’ho chiamata così perché da giugno si presenta puntuale alla porta di casa a mare la sera, dopo che il sole è andato via. E si sa che dopo il sole arriva la luna.
In realtà all’inizio si presentava solo la sera, nell’ultimo mese posso dire che è sempre lì, nascosta da qualche parte. Viene fuori la sera e la mattina.
Che cambiamento dai primi giorni quando non si faceva avvicinare, era smagrita e spelacchiata, mi sembrava bruttarella. E poi non miagolava e soprattutto non mangiava niente, beveva solo latte per un qualche problema nella bocca.
Ora è rifiorita, è diventata più bella, o almeno così sembra a me, emette deboli miagolii, mangia i croccantini di Zabù e fa le fusa a gogò.
Prima di gettarsi affamata sul cibo ci tiene a farci sapere che ci è grata e si fa un giretto intorno alle nostre gambe fusando.
Così la sera quando torno a casa il primo essere che vedo è lei, che sembra comparire sulla soglia di casa quando sente la nostra macchina fermarsi al cancello. È il comitato d’accoglienza, come dice l’husband. Poi entro a casa e c’è il mio maschione. Ehm intendo Zabù. E mi prendo le coccole da entrambi. Do da mangiare e da bere a entrambi. Lo stesso succede la mattina.
Fosse per me la coccolerei di più, le permetterei di entrare almeno nell’ingresso di casa, soprattutto nelle sere di pioggia, insomma l’adotterei proprio. Mi sento un po’ a disagio la sera quando ce ne stiamo belli belli sul divano tutti e tre (io, l’husband e Zabù) e sento lei che miagola fuori e che ci chiede "e io?".
Però intanto non è casa mia. Poi se si abitua a entare in casa che succederà quando ce ne andremo e lei rimarrà sola? Sarà peggio per lei.

Io in realtà, ed è questo il motivo di questo post e della foto, le sto cercando una casa. L’ideale per lei sarebbe una casa in campagna o una casa con giardino che le permetterebbe di conservare la sua indipendenza. Ma non si può avere tutto… mi accontenterei di tovarle un posto dove non soffra il freddo e la fame. Un posto dove ci sia qualcuno che si prenda cura di lei. È una gatta dolcissima, molto affettuosa e discreta, con quella sua vocine flebile. Sono sicura che si ambienterebbe facilmente in qualunque posto ci sia una presenza umana, perché cerca la compagnia.
Mi piacerebbe saperla al sicuro.
Perciò se conoscete qualcuno interessato, se qualcuno di voi ha una mezza idea di prendersi una gatta… pensateci e fatemi sapere.

 

Per il resto ieri sera sono passata da casa, nemmeno il tempo di aprire messenger e ho parlato con tiziana, con pupa rossa e maria. Che bella la tecnologia! È bella la mia casa, sembra quasi abitabile. Mi piace. Non vedo l’ora…

Ho ripreso Chi kung, certo faccio dei movimenti adatti a me e alla mia condizione, ma è già qualcosa.
Stamattina ho fatto colazione con Patricia al bar sotto l’ufficio e ho pranzato con Francesco, ex compagno di Liceo e amico, tra i più cari, da una vita. Piacevole. Siamo sempre rimasti in contatto e abbiamo condiviso molte cose in questi anni. Una bella persona, una su cui so di poter contare in caso di bisogno.

Ah LV, lui ha un figlio che sarebbe adatto a Cate. Fra qualche anno li facciamo incontrare…

 

 

 

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: