Titti e Sivestro, ovvero in morte di un canarino

Stamattina Zabù è uscito pimpante e festoso dalla sua finestra preferita, quella della camera da letto, quella che da sui tetti e che per lui significa infinite possibilità. E uscito e tornato subito. Poi è uscito di nuovo (ed è strano perchè o esce e torna quando finisce la ronda dei tetti, o torna subito, se magari c’è qualcuno, e non esce più) ed è tornato. E’ uscito la terza volta, ed è tornato. Lo sguardo fiero, mi è passato davanti dirigiendosi verso il suo cesto-cuccia e ho visto che qualcosa gli pendeva dalla bocca. Zampette gialle. E non era uno dei suoi pupazzetti di peluche… Ahhhhh! Urlo mio. Ha preso un pulcino, aiuto. E quasi svengo. Quasi, Non so che fare. L’husband ancora insonnolito cerca di tirarglielo di bocca. Io non guardo, ma la lotta è dura. Torna indietro, prende una bustina di plastica. Io lo guardo interrogativa e speranzosa. Era un canarino. Giallo. Vivo? See… ma l’hai visto il tuo gatto?
L’ho visto sì. Saranno 7 chili di felino.
Insomma stamattina si è consumata una tragedia. Il povero Titti che, immagino, era riuscito a fuggire dalla sua angusta gabbia ha potuto assaporare ben poco della sua libertà. Libertà è partecipazione, cantava Gaber. Ecco il povero Titti ha partecipato al pranzo di Zabù. Che poi non è che i gatti si mangiano gli uccellini, almeno non per quello li cacciano. Non quel pigrone ciccione del mio gatto, almeno, che il cibo certo non gli manca. Ci gioca, ecco. E gli è sfuggita la mano, la zampa.
Certo che l’immagine di questo gatto nero con queste zampine gialle che gli escono dalle fauci è qualcosa di non raccontabile. Ci voleva una foto, ma ero troppo scioccata per farla.
Comunque per un po’ di giorni Zabulon (lo chiamo così quando mi fa arrabbiare) non esce. Niente tetti per lui. Non tanto per punizione, perchè alla fine mi dispiace molto per il canarino, avrei voluto salvarlo ma, oh, lui è un gatto ed è un predatore per natura.
Dicevo che non uscirà per qualche giorno perché quel canarino non credo venisse dalle Canarie. Da qualche gabbia sarà venuto fuori, A qualcuno apparterrà. E non vorrei che qualcuno pensasse che il mio gattone pacifico c’entri qualcosa con la scomparsa di un canarino giallo. Questa, anche, è la vita. Cane mangia cane. E gatto mangia canarino
.
Annunci

5 responses to this post.

  1. Posted by Patricia on 2 aprile 2008 at 03:39

    Io a posto del canarino sarei felice di essere morto come "canarino" (rischi connessi) e non da galeotto… chissà quante emozioni ha provato quando ha oltrepassato i limiti dettati dalla sua angusta gabbia!!! e anche Zabù è stato davvero bravo anche se mezzo galeotto anche lui non ha dimenticato il suo istinto primordiale… ci vuole un premio non una punizione che comunque non capirà… perche Zabulone è UN GATTO!!… lo avresti punito se avesse preso un topo o una lucertola capitata per caso a casa tua?
     

    Rispondi

  2. Posted by Unknown on 3 aprile 2008 at 11:44

    ehilà signora pupa rossa! Infatti non l\’ho punito però l\’ho tenuto dentro qualche giorno perchè se qualcuno stava cercando il canrino poteva capire che fine avese fatto. Però non lo incoraggio, certo. Comunque… Adoro le lucertole. Per il resto è vero che è meglio morire liberi che prigionieri. Anzi è meglio ancora vivere liberi che vivere prigionieri. Una poesia per te (e per tutti) tratta dalla mie reminiscenze scolastiche:
    Morire come le allodole assetatesul miraggioO come la quagliapassato il marenei primi cespugliperché di volarenon ha più vogliaMa non vivere di lamentocome un cardellino accecato.
     
    Non è mia, ma di Ungaretti. Silvà, chiaro?
    besos

    Rispondi

  3. Posted by tiziana on 6 aprile 2008 at 13:28


     
    qui vedete il nuovo fratellino di matilda!!

    Rispondi

  4. Posted by tiziana on 6 aprile 2008 at 14:02

    a proposito, abbiamo ricreato la vostra famigliola al contrario: zabù nero , fratello maggiore  –  dalia grigia tigrata, sorella minore.  matilda, grigia tigrata sorella maggiore  – cirillo nero, fratello minore!!

    Rispondi

  5. Posted by Unknown on 8 aprile 2008 at 13:33

    Ho notato. Speriamo vadano d\’accordo come i nostri. beh più o meno.

    Rispondi

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: