a proposito di

Aborto. Un argomento delicato, tornato alla ribalta, nella maniera sbagliata.
Ma non è dell’aborto che voglio parlare ma di chi ne parla senza sapere di cosa parla. Ho un fastidio epidermico a sentirne parlare Giuliano Ferrara, per fare un nome a caso. Non per le sue idee – di cui si potrebbe discutere – ma perchè lui non crede veramente a quello che dice. Finge; è, la sua, una finzione tutta intellettuale. Si vede, si percepisce. Da fastidio. Fa schifo. Perché non puoi giocare sulla pelle degli altri. Anzi, diciamolo, delle ALTRE. Non sapevo come spiegarlo ma ho trovato un articolo di Michele Serra che ha colto proprio in pieno il personaggio.
Scrive Serra: "Credo sia un uomo terrorizzato dalla noia e di conseguenza animato da un’insaziabile vocazione al gioco intellettuale. La polemica, la divisione, la tenzone politica sono per lui non un fine ma uno strumento per procacciarsi quelle emozioni forti senza le quali deperirebbe.
Esaurita la fase comunista, quella craxiana, quella berlusconiana, quella papista, ora si è appassionato alla battaglia antiabortista, ma è un puro caso: potrebbe essere divenuto filomarziano o anabattista e ne sarebbe ugualmente entusiasta. Penso che Ferrara colga perfettamente l’estrema delicatezza, o meglio l’estrema indelicatezza, di questa sua ennesima battaglia, e che proprio questo gli piaccia. Sente il vento del rischio, avverte l’adrenalina. Ma … entrare a piedi uniti in un mistero così doloroso, e soprattutto così altrui, non può che sollevare ulteriore dolore. E asprezze, e incomprensioni e detestabili accuse. … Ferrara ci si diverte un sacco. Ma tutti gli altri?"

Ecco, non di aborto volevo parlare, che mi sembra troppo delicato e troppo altrui (come dice Serra) questo argomento ma di questa gente spregevole che pensa di poter decidere al posto degli altri, che pensa di poter giudicare. Poi pure io ho le mie idee ma non posso né voglio imporle agli altri. Bisognerebbe riparlarne certo, ma non in questi termini. E non con queste persone. Astenersi possibilmente preti e intellettuali ciccioni.
Scrive sempre Serra: "Finché si tratta di uomini anziani e senza figli (per esempio i vescovi) capisco che la scarsa dimestichezza con la vita carnale possa contribuire a indurire lo sguardo fino all’anatema più impieoso".
 
Scappo, ho da stirare. Ho passato il pomerigio a riempire la mia libreria su anobii. Fatelo anche voi, è divertene e utile.
Annunci

7 responses to this post.

  1. Posted by Andrea on 24 febbraio 2008 at 10:41

    E\’ vero!!!
    Nessuno può decidere della pelle altrui… nemmeno (scusa!!!) l\’ipotetica o aspirante mamma può decidere di togliere la vita al futuro nascituro!!!!!!!!!!!!
    Beh… come vedi, è giunto il momento di scrivere un commento nel tuo blog; l\’argomento mi ha trovato in vena.
    Non so cosa ha detto Ferrara (non l\’ho né visto né sentito in TV) e non ho capito bene come la pensi tu a riguardo (ma una mezza idea me la son fatta), ma io la penso come ti ho detto prima.
    Non ti arrabbiare e… alla prossima!!!
    Un abbraccio,
    Andrea

    Rispondi

  2. Posted by Unknown on 24 febbraio 2008 at 14:51

    ciao andrea! non mi arrabbio, anzi mi fa piacere "sentirti". io penso che la questione vada riproposta, però non in termini di battaglia ideologica. Ferrara quello che dice non lo dice per fede, altrimenti lo rispetterei, lui stesso dice di non credere, di essere ateo. E allora cosa vuole? Penso anche che sono davvero poche, se esistono, le donne che abortiscono con leggerezza. Bisogna aiutarle a scegliere per la vita, ma nessuno può obbligarle a mettere al mondo un figlio che non vogliono. Perché loro lo portano dentro 9 mesi, loro se ne occupano in prima persona. Che dici?

    Rispondi

  3. Posted by Antonio on 24 febbraio 2008 at 23:17

    voglio far notare solo una cosa avete notato che su questi argomenti siamo solo noi "maschietti" a parlarne. Siamo veramente alla frutta?
     
    un Saluto
    Antonio

    Rispondi

  4. Posted by oswaldc on 25 febbraio 2008 at 09:44

     
    Non commento. Mi limito a riportare un brano di un articolo uscito su Adista:
     
    Che la lista anti-aborto lanciata da Giuliano Ferrara non godesse del favore delle gerarchie cattoliche lo si era capito da tempo. Ora è giunta anche una presa di posizione esplicita da parte di Avvenire, attraverso la penna di una delle sue firme di punta, Davide Rondoni. Ha scritto infatti Rondoni, in un editoriale pubblicato il 21 febbraio: l’iniziativa di una lista sull’aborto, "di là di nobili intenti", "finisce per portare in modo sbagliato in mezzo alla competizione elettorale un tema morale. Come una lista di puri. Di paladini. Di specialisti. Con un grave rischio di estremizzazione, e di ghettizzazione di una parte del mondo cattolico su un tema così delicato. L’iniziativa coincide con la vocazione moraleggiante di Ferrara e con il suo modo di cortocircuitare tutto con l’azione politica, come se ciò che non fosse rappresentabile politicamente non esistesse".
     
    E\’ in termini gentili quel che dice Serra. A Ferrara gliene frega poco dell\’etica. A lui interessa il potere. Detto da Avvenire…
     

    Rispondi

  5. Posted by Unknown on 25 febbraio 2008 at 11:54

    Sì anto, io penso che dovebbero discuterne insieme donne e uomini, spettando alle donne l\’ultima parola. m ain Italia non si può discutere di niente, si alzano muri ideologici e basta. E per difenderci non possiamo che proclamarci laici. Nel senso più ampio del termine. Laico non significa non cattolico. Per me significa non essere accecato da nessuna ideologia e da nessuna fede.Panovsky, bentornato. E grazie per il tuo comento non-commento. La cosa più brutta è proprio aver lanciato questo argomento nella mischia elettorale. E\’ un\’offesa, io credo per tutti, ma in primis per le donne. Perché ancora una volta il nostro corpo viene "usato". Meno male che, a quanto scrivi, anche i vescovi (Avvenire") si sono accorti che è un abuso, una pagliacciata che non fa bene a nessuno.

    Rispondi

  6. Posted by SyLv on 26 febbraio 2008 at 12:29

    Prima ero molto ispirata.. diciamo così
    ma il non funzionamento temporaneo di msn in tutta italia non mi ha pernmesso di commentare
    segno del destino
    sono più calma
    forse.
    Anto, lo dico per l\’ennesima volta: hai notato che tu parli sempre di uomini e donne? Dividendoli?
    Sempre.
    Comunque sono schifata. Da Ferrara soprattutto. Mariè condivido in pieno quel che scrivi.
     
    In realtà qui c\’erano alttre considerazioni
    ma
    non voglio nemmeno io parlare dell\’aborto.
    IO NON ME NE SENTO MAI IN DIRITTO, E SONO DONNA. IO.
    Quel grassone invece si sente in diritto di parlare per me e di me????
     
    Ma i vostri giornalisti, e tu mariè, credo siate stati già abbastanza chiari sullo schifo che riveste quest\’uomo quando gioca con la vita degli altri per avere più popolarità.

    Rispondi

  7. Posted by tiziana on 28 febbraio 2008 at 16:34

    anch\’io ho provato a commentare nel momento del black out .
    è vero che noi donne parliamo poco dell\’aborto. io stessa ne parlo poco. chiaramente non perchè non abbia una mia idea. forse ne parliamo meno per sensi di colpa retaggio della cultura cattolica che ci opprime da secoli?  e forse gli uomini ne parlano tanto per appropriarsi, almeno con i discorsi, dell\’unica cosa su cui non hanno il controllo.  è pazzesco il clima di restaurazione che viviamo in questi ultimi anni.
    avete detto bene, ancora una volta la donna viene strumentalizzata , stavolta per dei voti. il guaio è che tante donne non se ne rendono nemmeno conto.
    l\’avidità di certi unita all\’idiozia di cert\’altre è una miscela preoccupante…

    Rispondi

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: