Tu chiamale se vuoi…

…combinazioni.
La settimana scorsa mi è toccato chiamare l’umbria, per lavoro s’intende. Abbiamo diversi clienti ad Amelia, un piccolo borgo medievale dove sono stata diversi anni fa. Di passaggio per andare in un posto vicino per una riunione de Lo straniero. Era giugno 2001. Lo ricordo benisismo perché parlammo di Genova e di quello che si temeva sarebbe successo. Vedrete, ci scapperà il morto, disse più di qualcuno. Ma và…
Mi sono venute in mente molte cose e molte sensazioni di quella giornata. Ma non riuscivo a ricordarmi il nome del posto dove siamo stati, una casa laboratorio dove si faceva teatro, c’era una piccola stanza con osservatorio astronomico… Né tantomeno riuscivo a ricordarmi il nome della persona che gestisce quel posto. Mi ripromettevo ogni giorno di chiedere all’husband e puntualmente me ne dimenticavo.
Venerdì mattina accetto di fare una correzione di bozza. Mi amandano il libro in pdf ed ecco la rispostaa mie domande. Il libro raccoglie le lezioni di matematica di Emma Castelnuovo, ultranovantenne e tostissima professoressa. Lezioni tenute dove? Alla casa-laboratorio di Cenci. Sì, proprio lì. E la prefazione è di Franco Lorenzoni, proprio lui.
Che vuol dire? niente. Forse semplicemente che dovevo correggerlo proprio io questa bozza. Che poi è stata impaginata da Massimo, il grafico della (ex) Kora. E questo mi ha emozionato molto…
E a proposito di emozioni. Ieri sera ho visto uno spettacolo teatrale La nave fantasma tratto dalla vicenda della nave "scomparsa" a Portopalo, in Sicilia, a natale del 2006 cone 283 persone a bordo.
Ne avevo già parlato in qs blog…

3 responses to this post.

  1. Posted by Antonio on 18 febbraio 2008 at 06:49

    e tutto nasce da qui e stamattina ho preso la telefonata di Goffredo il curatore della collana.gira e rigira….
     
    un Saluto
    Antonio
     
    P.S. io sono stato un vigliacco perchè con la scusa del lavoro non ci sono andato perchè era sicuro che succedeva il peggio era tutto preparato da entrambi le parti😦

    Rispondi

  2. Posted by Unknown on 18 febbraio 2008 at 13:07

    anto, scusa, non ho capito dove non sei andato. A Cenci? a vedere lo spettacolo? e a che peggio eri preparato?E in che senso tutto nasce da qui? E che voleva Goffredo?
    Insomma, NON HO CAPITO NIENTE.Con parole tue…🙂
    Ah, non molliamo sulla videocassetta. sono in diversi ad averla, deve uscire fuori pima o poi. besos

    Rispondi

  3. Posted by SyLv on 26 febbraio 2008 at 12:32

    A Genova cretina!😉
    comunque mariè.. sei proprio sicura di voler fare il correttore di bozze???
    "dovevo correggerlo proprio io questa bozza"

    Rispondi

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: