ritorno a Chamois

Di solito non torno più volte nello stesso luogo. Per vacanza dico. Mi sembra quasi uno spreco perchè ho visto poco del mondo e molto ho immaginato (vorrei vedere). Scusate l’autocitazione. Da bambina andavo ogni estate con i miei nonni a Scanno, in Abruzzo. Giorni e anni spensierati anche se io timida com’ero e soffrivo per non riuscire a creare legami con le persone e con i luoghi. Ci pensavano i miei cugini, molto più spigliati, e io mi univo alle loro amicizie. In realtà mi sentivo perennemente fuori posto e sono rimasta così, che ho tempi lunghi di ambientamento e non sempre c’è (il tempo, appunto). Mi rimane sempre qualcosa di inespresso.
Non mi piace, come fanno molti, fare le vacanze sempre nello stesso posto, magari con le stesse persone, ogni anno, stesso albergo. Mi sembra un modo per ricostituirsi il proprio habitat. La vacanza per me non è questo. Anzi, è il vivere fuori dal proprio comodo habitat. Eppure è la terza volta che vado a Chamois e non è detto che sia l’ultima.
La prima volta ci sono andata otto anni fa con una persona che credevo amica e inseguendo una persona che credevo di poter amare. Mi innamorai invece del posto. La natura, il silenzio, il lago. Quante cose sono cambiate da allora, e nel giro di pochissimo tempo. Sono cambiata io. (Questo è stato un cambiamento più lungo e graduale ma decisivo.) Ma Chamois è rimasta uguale a se stessa. L’anno scorso ci siamo fermati un giorno. Il tempo per me di ricordarne la bellezza e, per osv, di innamorarsene a sua volta. Forse più di me. Quest’anno ci siamo tornati.
Chamois è un paese piccolo, che però è Comune. Gli abitanti ufficiali sono 93, i posti letto per turisti tra alberghi e case in affitto sono un centinaio perciò d’estate la popolazione raddoppia. Quanta folla!
Per arrivarci c’è un sentiero su per la montagna, ci si mette un’ora oppure, più comoda e veloce, la funivia. C’è un unico negozio che vende tutto dagli alimentari all’abbigliamento ai giornali (davvero trovi tutto quel che ti serve) e se vai a cena dopo le 20.15 ti dicono che la cucina è chiusa… (certo c’è sempre Carlo, che accoglie tutti con la sua sicilianità anarchica ma ecco ti devi accontentare nel mangiare).  Insomma non è proprio il paradiso dello shopping, né il luogo ideale per fare vita notturna e io non ci vivrei… ma qualche settimana all’anno sì, è il posto ideale per disintossicarsi. Innanzitutto dai rumori. Oggi sono a Milano, città che pure ho imparato ad amare. Quanti rumori. Le mie orecchie placate dal silenzio delle montagne non riescono a tollerarli. E la puzza di smog. Ma come facciamo tutti  a vivere così? Già perché anche nelle nostre assolate cittadine del Sud è così. (A Monopoli c’è in proporzione più traffico che a Milano.) E poi questo caldo afoso come una cappa… Sono già fuori di testa. Mi ritornano i cattivi pensieri, le malinconie, le preocupazioni e come un velo di tristezza.  C’è anche un perché. C’è sempre un perché. Talvolta non lo sappiamo ma questa volta io lo so. Pazienza… Cerco di guardare le cose da un altro lato. Ci sono anche buoni motivi per tornare e qualche spiraglio.
p.s. un posto pure bello da vedere, persino più piccolo di Chamois, Cheneil.

 

Annunci

4 responses to this post.

  1. Posted by SyLv on 16 luglio 2007 at 04:07

    Piccola sorella grande che c\’è?
    Perchè ancora tristezza?
    Perchè è normale così?
    Non è giusto che persone come te siano tristi, lo sai questo? Lo sai vero?

    Rispondi

  2. Posted by cinzia on 16 luglio 2007 at 05:57

    Qualche spiraglio c\’è sempre.
    Certo bisogna meritarselo.
    E direi che tu te lo meriti.
    Tu meriti quello che desideri
    E, come direbbe RUGGERO, "ogni anima desidera".
    E c\’a va l\’ess nu zzi de fiirrrrrr
    cinzia

    Rispondi

  3. Posted by Unknown on 16 luglio 2007 at 06:24

     ognuno ha le sue tristezze e le sue gioie. nessuno merita qualcosa più di altri. nessuno ha diritto a essere triste più di altri. a ciascuno manca qualcosa. ciascuno ha qualcosa di troppo. augh

    Rispondi

  4. Posted by SyLv on 16 luglio 2007 at 07:54

    che bollo tutte e tre qui

    Rispondi

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: