elogio del dissenso

Titolo di un libro che sto correggendo in bozza. Oggi ritorno in pieno alla normalità/quotidianità. La sveglia la mattina, mettere a bollire l’acqua per il tè… i gesti automatizzati per non "sprecare" tempo,  per non perdere il treno. Organizzarsi la giornata, fare la spesa, non dimenticarsi i croccantini, passare dal dottore, preparare la cena, correggere i compiti, prepararsi la lezione per domani, aggiornare il blog…. Tutto scandito. Un imprevisto scombina tutto. Che palle, no? Eppure è così che viviamo più o meno tutti. E ci sembra pure normale. Io poi mi sono accorta che ho bisogno di delimitare tutto per tranquillizzarmi e tenere a bada le vocine…. ma così che vivo male. Eppure la qualità della vita dalle nostre parti è decisamente migliore. Vivere a Roma o a Milano per esempio è ancora più pazzesco e non è necessario avere, come me, tre lavori in tre città diverse (che insieme non fanno uno stipendio intero, preciso) per uscire fuori di testa.
Per fortuna ci sono i libri, i film, ci sono gli amici da andare a ritrovare, i regali delle sorelline, i gatti che amoreggiano, i momenti di tenerezza quando non te l’aspetti… ci sono insomma le pause-caffè della vita.
A proposito di libri. Sto sempre leggendo quello di Walter Siti che è bello davvero, ma non finisce mai anche perchè lo leggo solo la sera: non è una lettura da treno. Nel frattempo leggo altre cose. Ho cominciato a leggere FUORI REGISTRO, vecchio libro di Domenico Starnone. E prima di partire abbiamo fatto un salto alla Feltrinelli e  ho preso due libri: IL MONDO DEVE SAPERE di Michela Murgia e LA COLLEGA TATUATA di Margherita Oggero. Scrittura femminile. Osv ha comprato LA MANO CHE NON MORDI di Ornella Volpi e lo voglio legggere come anche una grafic novel (SCONOSCIUTO di Rutu Modan) che gli ha regalato pulce. Visto che condividiamo questa passione per i  fumetti… In più Lucia, carissima, ci ha regalato IN NOME DELLA MADRE di Erri de luca e so che è bello (me lo ha detto  pulce e poi ho un debole per il "signor Erri"). Insomma ho da leggere nelle prossime settimane. Ora vado a preparare la lezione di storia per domani. Con la consapevolezza che ai ragazzi non gliene potrà mai importare troppo della caduta dell’impero romano d’occidente né dei regni romano-barbarici. Temo che per loro le INVASIONI BARBARICHE sia il titolo di un programma tv (nemmeno il film…).. Vabbè. Ripeto, colpa nostra più che  loro.

6 responses to this post.

  1. Posted by mariazaccaria on 12 aprile 2007 at 01:49

    Capisco capisco… Il confronto che proponevi ieri sarebbe piaciuto anche a me (e il film è da rivedere), ma la mancanza di tempo e i gesti automatizzati per non sprecarne mi hanno costretta a leggere (almeno!) e a tirare avanti.
    Di lavori che insieme non fanno uno stipendio, lo sai, io ne ho quattro (tre infilati come le perline di una collana e uno… che si perde nella notte dei tempi), cinque se aggiungi le pulizie domestiche.
    E negli ultimi giorni si sono accatstati nella cesta libri da leggere che sono riuscita a malapena a guardare.
    Per non parlare di tutto il peso del mondo che mi porto sulle spalle e che non mi fa desiderare quasi più nemmeno di partire nei rari momenti di libertà che mi restano perchè li devo passare a dormire e a riposare (sigh)
    Fine dello sfogo e della pausa-caffè.
    P.S. Dato che state studiando la storia antica perchè le tue ragazze non le porti a Egnazia? Conosco una persona che vi potrebbe guidare ;-) 

    Rispondi

  2. Posted by tiziana on 12 aprile 2007 at 05:35

    ciao! quante novità… ho disertato il blog per un pò, così stamattina ho cercato di recuperare leggendo tutto quello che è successo fino ad oggi. congratulazioni per il nuovo lavoro! che poi sia nella stessa scuola di osvino è anche meglio, che romantico dividere il cassetto!! per un pò sarai "la moglie di", hai ragione, ma ci si abitua presto … te lo dice "la sorella di" da 35 anni!
    avrei voluto mandarti qualche foto del giapp e di hong kong, ma non le ho ancora scaricate. inoltre non sono poi così interessanti, non si capisce molto del posto. diciamo soprattutto che è un periodo in cui non mi va di fare molto e tutto mi pesa! passerà… tu, mi raccomando, prendi tutta l\’energia che il thai chi ti dà (io ci credo molto) e sfrutta tutti i fine settimana liberi per le "gite fuori porta", ho scoperto che la stanchezza mentale e fisica aumentano se si rimane in casa.
    bacio grande.

    Rispondi

  3. Posted by Unknown on 12 aprile 2007 at 13:35

    Marì le pulizie domestiche non contano! e meno male che hai messo il riferimento a Egnazia se no come lo capivo che eri tu?! Però il tempo bisogna ritagliarselo, strapparlo se no si muore dentro. Vabbè…
    Tizana! ciao mi sei mancata…E com\’è che stai così? Io ci sono passata ma ora va meglio. Sai che è proprio vero che a stare in casa ci si stancadi più?! a presto

    Rispondi

  4. Posted by mariazaccaria on 13 aprile 2007 at 01:11

    non è che volessi rimanere anonima. è solo che ho poca dimestichezza con questo coso… il tempo bisogna rubarlo. giusto, ma non ci riesco sempre e a volte persino questo mi costa tanta fatica. mi impegnerò di più!

    Rispondi

  5. Posted by SyLv on 13 aprile 2007 at 04:54

    Ihh ma quante donne in questo intervento
    allora la Oggero ha scritto uno dei miei libricini preferiti che si chiama così parlò il nano da giardino
    e la collega tatuata il l\’ho preso a peso (l\’avrò pagato 2 euri tho\’)
    In nome della madre te l\’ho detto: te lo divori e non puoi non rimanerne.. non trovo il termine.. comunque è bello
    e in questo perido forse qualsiasi cosa affronti il tema maternità non può che essere bello
    comunque cerco volontari….🙂

    Rispondi

  6. Posted by Unknown on 13 aprile 2007 at 05:28

    il nano da giardino… me lo presti poi?

    Rispondi

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: